cách phục hồi mật mã FB

|

soft auto ket ban fb

|

giá tăng mắt livestream Facebook

|

loc ban be ảo facebook

|

vip like fb gia re

|

Trị Bệnh Đông Y

Le quote globali per lo più diminuiscono poiché le preoccupazioni sui virus prendono i riflettori

Le quote globali per lo più diminuiscono poiché le preoccupazioni sui virus prendono i riflettori Le azioni sono scese in Europa martedì dopo un incontro misto in Asia mentre gli speculatori hanno riflettuto sulle possibilità di ottenere il controllo su una rinascita negli episodi di Covid.

Le offerte sono diminuite a Parigi e Londra, ma sono aumentate a Tokyo e Shanghai dopo che la Cina ha rivelato che le sue tariffe sono aumentate di quasi il 10% in dollari a settembre mentre la sua economia si è ripresa dalla pandemia. Le prospettive degli Stati Uniti erano inferiori.

I trust in un’immunizzazione per il Covid sono stati scossi dopo che Johnson e Johnson hanno detto che un’indagine in fase avanzata sul suo richiedente l’anticorpo è stata ritardata mentre l’organizzazione esamina se la “malattia inspiegabile” di un membro dell’esame fosse identificata con l’iniezione.

Il vertice dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha detto ai giornalisti in un’istruzione lunedì che le nazioni hanno rivelato incrementi record ogni giorno nei casi di COVID-19 negli ultimi quattro giorni, in particolare in Europa e nelle Americhe.

Il numero di casi accertati dell’infezione è passato a oltre 37,8 milioni in tutto il mondo, secondo un conteggio della Johns Hopkins University. Più di 1 milione hanno preso a calci il secchio, secondo quel conteggio, che gli specialisti affermano minimizza il numero reale di casi.

La speranza sulla fiducia in una nuova guida per l’economia degli Stati Uniti si è offuscata con un’impasse, ulteriori aggiornamenti potrebbero continuare fino a dopo la decisione politica ufficiale del 3 novembre. Gli specialisti finanziari stanno inoltre aderendo ai margini, hanno affermato gli esperti, di fronte all’arrivo del secondo profitto aziendale dell’ultimo trimestre per gli Stati Uniti, a partire da martedì.

Il FTSE 100 inglese ha perso lo 0,3% a 5.982,44, mentre in Germania il DAX ha ceduto lo 0,4% a 13.088,17. Il CAC 40 di Parigi è sceso dello 0,5% a 4.954,00. Il futuro per l’S & P 500 è diminuito dello 0,5%, così come il futuro per gli industriali Dow.

Slant in Asia ha ottenuto un discreto aumento dal rapporto della Cina secondo cui le sue tariffe sono aumentate del 9,9% da un anno prima a 239,8 miliardi di dollari a settembre, mentre le importazioni sono aumentate del 13,2% a 202,8 miliardi di dollari.

Le informazioni sulle tradizioni indicavano che le tariffe per gli Stati Uniti sono aumentate del 20,5% a 44 miliardi di dollari indipendentemente dai dazi statunitensi più elevati, mentre le importazioni di merci americane sono aumentate del 24,5% a 13,2 miliardi di dollari.

Gli esportatori cinesi hanno tratto vantaggio dalla ripresa generalmente anticipata della Cina dalla chiusura di pandemia e dal solido interesse mondiale per le coperture e le forniture cliniche.

“Le tariffe hanno continuato a progredire piacevolmente, senza dubbio a causa della qualità costante degli accordi al dettaglio tra i significativi complici dello scambio cinese. Inoltre, un aumento delle importazioni propone che la spesa di venture capital interna rimanga vigorosa”, ha detto in un rapporto Julian Evans-Pritchard di Capital Economics.

Il file Nikkei 225 di Tokyo è salito dello 0,2% a 23.601,78, mentre l’elenco Shanghai Composite è sceso sotto lo 0,1%, a 3,359,75. Il Kospi della Corea del Sud è rimasto praticamente invariato a 2.403,15. Il Sensex indiano ha perso lo 0,1% a 40.562,29.

L’S & P / ASX 200 australiano è salito dell’1% a 6.195,70, trainato dai guadagni nelle offerte delle banche. Il solido interesse cinese è una notizia edificante per gli esportatori australiani, tuttavia i rapporti non verificati secondo cui Pechino sta rallentando o interrompendo le importazioni di carbone australiano hanno sollevato preoccupazioni sull’effetto finanziario delle macerie politiche tra le due nazioni.

Gli esaminatori stimano che la prossima stagione di rivelazione del reddito mostrerà un altro quarto di benefici più fragili. Secondo FactSet, l’utile dell’S & P 500 dovrebbe diminuire del 20,5% rispetto a un anno prima, meglio del calo del 31,6% nel trimestre primaverile.

Nelle transazioni energetiche, il benchmark statunitense ha aumentato di 16 penny a 39,59 dollari al barile nello scambio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Lunedì ha perso $ 1,17 a $ 39,43 al barile.

Brent rough ha ottenuto 17 penny, a $ 41,89 al barile.

Il dollaro USA si è rafforzato a 105,48 yen giapponesi da 105,34 yen. L’euro è stato debilitato a $ 1,1783 da $ 1,1896.

Leave a Reply