Semi di un Karachi più verde

È di nuovo quel periodo dell’anno in cui mi sto preparando ad accogliere un nuovo gruppo di giovani giardinieri nei Learning Gardens in città. Mi sento nostalgico e benedetto quando ricordo che tutto è partito da un’idea di cui ho scritto un blog nel 2008. ” Ogni scuola deve avere una fattoria ” era un sogno che presto si è realizzato quando una scuola mi ha invitato a gestire un progetto pilota un decennio fa.

Ogni mattina, le ragazze dal 1 ° all’11 ° anno lasciavano le loro classi tradizionali per trasformare un terreno sterile all’interno dei locali della scuola in una fattoria biologica. I primi due anni sono stati molto divertenti: 1.500 ragazze e molti insegnanti e altri membri dello staff hanno partecipato attivamente alle lezioni di giardinaggio. Oggi, dopo un decennio, ci sono più di 5.000 bambini iscritti alle normali lezioni di Learning Garden in tutta la città.

L’iniziativa si chiama “Green Schools Pakistan” e l’idea ruota attorno al concetto di coltivazione biologica del proprio cibo, vita verde fai-da-te, cittadinanza globale ed eco-alfabetizzazione. Il “Curriculum verde” offre piani di lezione personalizzati per ogni grado che si integra bene con il curriculum regolare che una scuola segue.

Learning Gardens and Beyond

Quando la sessione inizia ad agosto, i bambini intraprendono un viaggio per scoprire come sono collegati con l’ecosistema meravigliosamente complesso e come sono tra i partecipanti di questo universo diversificato. Esplorano il ciclo di produzione alimentare, le politiche alla base delle sementi e l’importanza del risparmio delle sementi, nonché i problemi ambientali locali e le loro soluzioni. Il compostaggio, la piantagione di compagni, la produzione di fertilizzanti e la pratica delle pratiche di progettazione della permacultura rendono l’apprendimento all’aperto illuminante e memorabile.

Cerco di invitare gli studenti a fare ricerche su città intelligenti, spazi verdi e produzione di alimenti biologici per condividere le loro scoperte con i bambini in queste scuole. Le start-up con soluzioni ecologiche vengono introdotte per ispirare i bambini a pensare ai modi in cui possono svolgere un ruolo positivo nel futuro sostenibile del mondo.

L’obiettivo qui è pensare a “città intelligenti” e formare i bambini a diventare un giorno residenti di questi.

“Nella progettazione di città intelligenti e sostenibili, un’area centrale di interesse è il miglioramento della copertura degli spazi verdi. Gli spazi verdi contribuiscono a una città più sana in diversi modi ”, afferma Farhan Anwer, esperto di pianificazione della sostenibilità urbana, città intelligenti, politiche pubbliche, adattamento climatico, resilienza urbana, rafforzamento istituzionale e gestione del cambiamento. “Agiscono come pozzi di assorbimento del carbonio e aiutano a condizionare l’atmosfera, un processo particolarmente rilevante in caso di eventi estremi di calore. Servono da bacini di infiltrazione, riducendo così l’impatto dannoso delle inondazioni urbane. Inoltre, se investiamo anche in giardini commestibili, i benefici si moltiplicano ulteriormente: tali spazi aumentano la sicurezza alimentare urbana e fungono anche da spazi sociali creando più legami con la comunità. In questi giorni, i giardini commestibili vengono introdotti ampiamente a livello di quartiere e nelle scuole di tutto il mondo, poiché si ritiene che se colleghiamo i bambini alla natura, questo è il modo migliore per garantire una crescita sostenibile in futuro. ”

Che si tratti di un giardino recintato in un parco giochi in PECHS o di un giardino verticale sul tetto nel mezzo di una baraccopoli nella zona industriale di Korangi, i “Learning Gardens” si stanno diffondendo in tutta la città

Che si tratti di un giardino recintato in un parco giochi in PECHS o di un giardino verticale sul tetto nel mezzo di una baraccopoli nella zona industriale di Korangi, i “Learning Gardens” si stanno diffondendo in tutta la città. La maggior parte delle scuole di Karachi sono costruite all’interno di bungalow o edifici che non dispongono di spazi giardino. Le scuole in quartieri densamente popolati sono di solito un grattacielo debole o una costruzione che non lascia spazio a un giardino.

In questi casi, il giardinaggio in container diventa una soluzione perfetta. I tetti possono ospitare fioriere in legno per ottimizzare l’uso dello spazio. Tre dei miei giardini didattici con spazio ridotto hanno giardini verticali realizzati in legno su una terrazza. Altri hanno una combinazione di fioriere orizzontali e verticali.

Sono sempre affascinato dal vedere i bambini mentre calmano la mente e il cuore per stringere un legame con la natura. Cominciano a vedersi come parte di un ecosistema diversificato e persino di un immenso cosmo – e imparano il loro impatto su ogni piccola cosa vivente che condivide questo pianeta con loro. Credo che questa sia la consapevolezza di cui abbiamo bisogno per un futuro più verde e migliore. E credo che questi bambini saranno tra i futuri leader che trasformeranno questa immaginazione verde in realtà.

Zahra Ali è educatrice della sostenibilità, scrittrice e ambientalista. Scrive blog aropsinpots.pk. Invia domande sul giardinaggio a [email protected]

Visite: 1

Leave a Reply