cách phục hồi mật mã FB

|

soft auto ket ban fb

|

giá tăng mắt livestream Facebook

|

loc ban be ảo facebook

|

vip like fb gia re

|

Trị Bệnh Đông Y

Sibilare e dire

Sibilare e dire La parola scritta non è il punto di forza di Reham Khan. La scrittura è auto-esaltante, pedante e prolissa – quasi come se fosse stata modificata da un adolescente (il che potrebbe essere vero). Passa anche molto tempo a ricostruire la sua infanzia e il primo matrimonio violento. Puoi vedere quasi immediatamente l’immagine che vuole proiettare: la donna pudica, disinvolta, ingenua e di buon cuore che non vuole altro che essere una buona moglie musulmana, ma per la quale la vita ha altri piani. La pesantezza di queste parti può essere snervante, ma al rialzo è facile dire quando sta cercando di interpretarti e puoi giustamente ignorare la maggior parte di essa.

Il succo arriva quando la facciata si spezza. Soprattutto nelle ultime 100 pagine, riesci ad abitare la sua spettacolare vendetta mentre mette a nudo alcuni dei dettagli più sordidi che sono emersi su Imran Khan e sul gruppo di persone associate a lui. Come sempre. In una frase sta parlando del suo conservatorismo religioso, e nella successiva dice che PEDO era l’acronimo appropriato per la presunta impresa di privatizzazione dell’energia corrotta che ha beneficiato i compagni di PTI perché è l’unica cosa che tornerà a **** Imran Khan. Ragazza…

Afferma (casualmente, di sfuggita) che non è sicuro della sua virilità, al punto che ha preso seriamente in considerazione un intervento chirurgico di potenziamento – qualcosa a cui allude di nuovo quando cita una famosa attrice di Bollywood degli anni ’70 che disse di lui: “Naam baray aur darshan chotay “

La cronologia è un po ‘incasinata e Reham scivola su vaste aree di tempo. Ad esempio, dopo un esaurimento dettagliato del suo primo matrimonio, spiega perché è tornata in Pakistan dal Regno Unito e l’attuale corteggiamento con Imran. In qualche modo dobbiamo credere che la corteggiò e lei si innamorò di lui: tutto qui. C’è un po ‘di Bollywood lì dentro sul modo in cui ha cercato di lenire le sue caviglie alle zanzare a mani nude, ma se ignori dettagli così stucchevoli puoi andare su cose migliori. Dobbiamo accettare – a valore nominale e senza un pizzico di cinismo – che lei credeva davvero che Khan fosse un buon marito e che il suo voler sposare non avesse nulla a che fare con le sue aspirazioni politiche. A suo merito, ammette quanto possa apparire stravagante questa affermazione, ma non fa nulla per contrastarla. Ciò che fa è scuoiare tutti gli altri vivi e di seguito sono riportati alcuni spruzzi di ciò che lei dettaglia nel libro:

Imran Khan ha un’enorme abitudine alla dipendenza da cocaina, passa circa 6 grammi a notte, mangia raramente, ha usato l’eroina, porta il Viagra ed è abbastanza dipendente da farmaci come Xanax (e dalla droga vietata per stupro di data Rohypnol) per ‘venire giù “dalle sue chiacchiere notturne di coca cola. Dimentica intere conversazioni che ha avuto in alto (anche durante la maggior parte del suo dharna, cosa che non voleva fare) e che usa anche un paradenti per contrastare l’effetto collaterale della digrignatura dei denti.

Suggerisce che Khan prende spesso favori sessuali in cambio di seggi politici. Reham nomina praticamente tutte le donne con cui ha dormito, inclusi attivisti e leader associati al PTI. Intendo nomi, date e posizioni. Lei cita i messaggi che avrebbero inviato sul suo telefono; afferma (casualmente, di sfuggita) che è insicuro della sua virilità, al punto che ha preso seriamente in considerazione un intervento chirurgico di potenziamento – qualcosa a cui allude di nuovo quando cita una famosa attrice di Bollywood degli anni ’70 che disse di lui: darshan chotay “(Una tale insicurezza, se esiste davvero, non gli impedisce di mandare foto dei suoi pezzi alle donne che desidera andare a letto, secondo Reham.) Dice che ha avuto esperienze sessuali con donne, uomini (principalmente a scuola) e alcune donne transgender, ma il momento clou per me è stato quando ha detto che Imran Khan aveva un rapporto a tre negli anni ’80 con Grace Jones e una donna che era la moglie di una top model di Rockstar (nessun premio per indovinare). Inoltre causalmente indica la sua scorta di lubrificante e scatole di sigari sul comodino come prova di un atteggiamento sessualmente libero. Puoi trovare e leggere una recensione sui siti di scommesse in Nigeria all’indirizzo greenbet.ng

Inoltre spende molto inchiostro sulle persone intorno a Khan – come le sue sorelle, ex moglie e leader del partito. Reham afferma che Jemima esercita ancora un’enorme influenza su Khan, che Khan ha confessato di aver schiaffeggiato l’erede durante il loro matrimonio, come la chiama “quell’ebreo” alle sue spalle e si risente del suo controllo sui loro figli. Dice anche che Imran Khan ha per sua stessa ammissione non meno di 5 figli illegittimi, il maggiore dei quali ha 34 anni e può o meno essere indiano. Tra i leader delle PTI afferma che, sebbene Khan stesso pretenda di cercare l’onestà e la verità, è completamente a suo agio nel chiudere un occhio sulla presunta corruzione delle persone a lui vicine, come Pervez Khattak e altri nella sua cerchia di partito. Sostiene che disprezza Shah Mahmood Qureshi, ma è molto servile a Jahangir Tareen e, come prova del tipo di atteggiamento permissivo della leadership PTI, sostiene che entrambi questi uomini hanno tradito anche le loro mogli. C’è molto di più, come quanta magia nera circonda Bani Gala, e nel caso in cui al lettore manchi chi viene menzionato facendo ciò in cui, il libro si conclude con un utile glossario di un “Cast di personaggi”. Termina con una serie di immagini, che variano dai vecchi ritratti della nonna di Reham agli scatti appariscenti di due sacchi di cocaina che ha trovato nella tasca del cappotto di Imran Khan.

Alcune rivelazioni sono così salaci che dovrei fare una pausa e correre per la stanza urlando contro i muri. Non sono sicuro di come stia riuscendo a metterlo in circolazione senza che arrivino alcune gravi accuse di diffamazione, perché molto di ciò che è là sembra difficile da dimostrare in un tribunale. Non sono inoltre sicuro che avrà un impatto reale sulle imminenti elezioni, dato che in Pakistan si è effettivamente verificato un colpo di stato giudiziario-militare per garantire la vittoria di Imran Khan. Ma espone l’ipocrisia dell’uomo e del partito, che è particolarmente degno di nota in un momento in cui le clausole morali sono state armate per squalificare altri candidati.

Alla fine ti rimane l’impressione che Khan sia un egocentrico infantile e coraggioso con una bussola morale selettiva e un pericoloso problema di droga. E anche se non è così lontano dall’impressione che ho avuto di lui all’inizio, solo la quantità di dettagli nel libro mi rende difficile vedere di nuovo l’uomo allo stesso modo. O astucci per sigari, del resto …

Scrivere a [email protected]

Visite: 0

Leave a Reply